Stelle di Pane alla Tavola dei Conti

Stelle di Pane alla Tavola dei Conti

Al nobile desco “Ricordanze di Sapori – Chef Stellati a Castello” nella Rocchetta di Sarmato con visita al Castello di Sarmato, residenze dei Conti Zanardi Landi nel piacentino
Lunedì 7 ottobre 2013

Un antico Castello ed una blasonata Rocchetta, a soli sedici chilometri da Piacenza, tuttora residenza dei Conti Carlo Pietro, Maria Ines e Maria Luisa Zanardi Landi, si aprono al pubblico in occasione di un evento davvero speciale: l’ultimo atteso appuntamento della rassegna “Ricordanze di Sapori – Chef Stellati a Castello” in carnet lunedì 7 ottobre alle 19.30 con visita guidata al maniero e alle 20.30 con inizio della cena vera e propria, ad inizio autunno, stagione delicata e mite per assaporare le “Stelle di Pane alla Tavola dei Conti“. Il titolo della cena elegante, firmata da 4 chef emiliano-romagnoli all’interno della magnifica Rocchetta, si ispira infatti ad una leggenda che ammanta il luogo: la storia del pellegrino San Rocco e del cane che, secondo racconti agiografici, apparteneva a Gottardo Pallastrelli signore di Sarmato.

La leggenda narra che San Rocco da Montpellier di ritorno dal suo viaggio di pellegrinaggio a Roma si ammalò di peste mentre assisteva i contagiati ricoverati nell’ospedale di Santa Maria di Betlemme in Piacenza Si rifugiò allora in una capanna o (secondo altra narrazione) in una spelonca nel bosco vicino a Sarmato, non lontano dal guado di Calendasco sulla via Francigena. Un cane ogni giorno rubava una pagnotta dalle cucine del Castello e si allontanava con la pagnotta in bocca: Gottardo Pallastrelli, signore del maniero, accortosi del fatto seguì il cane: incontrò così il santo. Gottardo assistette Rocco sino alla guarigione e quando  – guarito – ripartì, Gottardo lasciò i suoi beni per divenire anch’egli pellegrino sull’esempio del nuovo amico. San Rocco è diventato il santo patrono di Sarmato. Nel paese sono conservate tuttora la fontana, la chiesa e la grotta a lui dedicate. E’ tuttora visibile e attiva la  “fontana di San Rocco”, fonte sgorgata miracolosamente, secondo leggenda, per permettere a San Rocco di dissetarsi e lavarsi. La storia di San Rocco, la sua santità, le sue vicende in Sarmato si diffusero in tutta la cristianità ad opera di pellegrini che qui sostavano”. (fonte wikipedia).

Dalla leggenda alla realtà: potrete così visitare alle 19.30 lo splendido Castello di Sarmato, uno dei 22 gioielli del circuito dell’Associazione Castelli del Ducato di Parma e Piacenza, entrato dal 2013 nel novero dei manieri aperti al pubblico. Ammirerete alcune tra le 104 stanze, tutte arredate, ma anche pezzi originali d’epoca di un tesoro davvero unico, come l’archivio documentale custodito nella struttura medioevale.

Il quarto ed ultimo appuntamento prestigioso con la cucina d’alto livello nell’ambito della rassegna “Ricordanze di Sapori – Chef Stellati a Castello” proposta da Associazione Castelli del Ducato di Parma e Piacenza – Club di Prodotto è in collaborazione con Associazione Chef to Chef emiliaromagnacuochi che racchiude i 30 migliori Chef stellati della Regione Emilia Romagna.

L’aperitivo servito dalle ore 20.30 sarà a base di prodotti tipici con Coppa Dop, Pancetta e Salame Piacentino offerti da Salumificio La Rocca di Castell’Arquato abbinati a Perlage Spumante Brut della Cantina Valtidone. Ma chi sono i 4 chef stellati pluripremiati che – in un evento unico, complice una location esclusiva, grazie all’ospitalità del Conte Carlo Pietro Zanardi Landi e della Contessa Maria Luisa Zanardi Landi – proporranno un menù speciale: Massimo Spigaroli, Paolo Teverini, Luca Marchini, Riccardo Agostini.

Il menù. Lo chef  Massimo Spigaroli dall’Antica Corte Pallavicina di Polesine P.se (PR)
presenta l’antipasto curioso ed originale L’uovo pochè su purea di patate dolci e nero di golena abbinato a Perlage Spumante Brut della Cantina Valtidone; lo chef Paolo Teverini da La Casa di Bagno di Romagna (FC) firma il ghiotto primo piatto Cubetti di pasta fresca cucinati come un risotto ai funghi di bosco con aria di parmigiano e aria di funghi porcini abbinati a Migliorina Gutturnio Superiore 2010 della Cantina Marengoni; lo chef Luca Marchini dal Ristorante L’erba del Re di Modena (MO) propone il suo personale Rollè di Faraona abbinata a Res Alta Mabilia Cabernet Sauvignon 2011 della Cantina Valtidone; lo chef Riccardo Agostini dal ristorante Il Piastrino di Pennabilli (RN) chiude la carrellata di prelibatezze con il dolce unico Profumi d’autunno (rivisitazione Torta di mele Rossellina) abbinato a Res Alta Malvasia Spumante Dolce 2011 della Cantina Valtidone.

Tutti i piatti sono dunque abbinati a vini d’eccellenza delle Cantine del territorio che hanno aderito alla rassegna: tra queste in particolare, la Cantina Valtidone di Borgonovo Val Tidone e la Cantina Marengoni. Grandi protagonisti insieme agli chef stellati saranno i giovani allievi dell’Istituto Statale di Istruzione Superiore Agraria e Alberghiera G. Raineri-G. Marcora di Piacenza, diretto dalla preside Teresa Andena.

La cena è anche occasione per visitare alle 19.30 il castello: il complesso è aperto ai turisti dal 30 marzo al 31 ottobre 2013. E’ composto dal Castello, sovrastato dal mastio, dalla Rocchetta e dall’antico Borgo circondato da mura con torri angolari e rivellini. Visitabili all’interno l’ingresso, il salone, le camere da letto, oltre varie sale arredate, un importante archivio – con documenti dal XII secolo – ed il giardino. Per accedere all’interno si oltrepassa un monumentale ingresso ad arco a sesto acuto sovrastato da merlatura a coda di rondine, con pusterla pedonale, anch’essa archiacuta. Nel 1819 con la scomparsa dell’ultimo discendente maschio della Famiglia Scotti passò agli eredi, i Conti Zanardi Landi. I giorni in cui è possibile ammirare il maniero: domenica e festivi con visite alle 11, 15, 16 e 17; luglio aperto solo su prenotazione per gruppi. In altri giorni visite possibili solo per gruppi su prenotazione obbligatoria.

Il costo dell’evento “Chef Stellati a Castello – Ricordanze di Sapori” comprende anche la visita guidata al Castello di Sarmato in programma esclusivamente alle 19.30. Prenotazione obbligatoria. Tel. 0521.823220 oppure mandare una e-mail a info@castellidelducato.it.

Post Author: Ristoranti d'Italia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *