Spaghetti alla nursina

Spaghetti alla nursina

Per 4 PERSONE; Esecuzione: MEDIA; Preparazione:15 MIN.; Cottura: 15 MIN.; Vino: GRECHETTO COLLI MARTANI

INGREDIENTI

320 g di spaghetti; 100 g di tartufi neri; 4 filetti d’acciuga; 1/2 bicchiere d’olio; 1 ciuffo di prezzemolo; sale.

PROCEDIMENTO:

Mettete in un tegame l’olio, quando è caldo unite le acciughe e fatele sciogliere a calore moderato. Togliete dal fuoco e unite i tartufi tagliati a fettine. Ponete di nuovo sul fuoco pochi minuti facendo attenzione  che il composto non prenda il bollore. Lessate gli spaghetti in acqua salata, scolateli e conditeli con la salsa. Cospargete con il prezzemolo tritato e servite.

PER SAPERNE DI PIÙ

Dopo averli acquistati, i tartufi non devono essere conservati a lungo, perché l’aroma svanisce facilmente o, comunque, diminuisce. Si possono riporre per due giorni al massimo in un barattolo di vetro a chiusura ermetica (dopo averli spazzolati con cura senza però lavarli) insieme ad alcuni etti di riso crudo, che assorbirà parte del loro aroma e che poi usato per un risotto consentirà di ottenere un piatto profumatissimo. È forse il piatto più semplice della cucina umbra, ma richiede attenzione nel prepararlo: basta un po’ d’aglio in più, l’acciuga che sfrigga invece di sciogliersi dolcemente, l’olio che non sia genuino per avere un piatto mediocre. La scelta dei tartufi è preminente. I più famosi sono quelli neri di Norcia (da qui il nome di questo piatto) e di Spoleto, in vendita dalla vigilia di Natale a marzo. Negli altri mesi sono di scarso rendimento gastronomico.

Post Author: Ristoranti d'Italia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *