Baccalà con peperoni "cruschi"

Baccalà con peperoni “cruschi”

Per 4 PERSONE – Esecuzione FACILE  – Preparazione 30 MIN. – Cottura 15 MIN. – Vino GROTTINO DI ROCCANOVA

INGREDIENTI

700 g di baccalà già ammollato; 200 g di peperoni “cruschi” (secchi); 2 cucchiai di prezzemolo tritato; 1/2 bicchiere di olio

PROCEDIMENTO

Immergete il baccalà in una casseruola colma di acqua fredda, ponete sul fuoco a fiamma moderata, quando l’acqua inizia a fremere coprite il recipiente, riducete il calore e continuate la cottura a leggero bollore per 8 minuti, non di più per evitare che la carne del pesce diventi fibrosa.

Sgocciolate il baccalà, tagliatelo in vari pezzi di media grandezza, diliscateli, sfilettateli e disponeteli nel piatto da portata. In una padella scaldate molto bene l’olio, ritiratela dal fuoco, distribuitevi i peperoni secchi divisi a pezzetti e privati dei semi: il calore dell’olio, in breve, li farà diventare croccanti. Versate l’olio con i peperoni sul baccalà, cospargete su tutto il prezzemolo tritato finissimo e servite a tavola.

PER SAPERNE DI PIÙ

I peperoni “cruschi”, una delle specialità della Basilicata, sono normali peperoni rossi. I migliori si trovano nella zona di Senise dove vengono raccolti, infilati a collana con un filo di cotone doppio chiamato ‘nzerta e lasciati asciugare al sole. I peperoni “cruschi” conferiscono ai piatti un sapore molto particolare, dal retrogusto amarognolo, che sorprende chi li gusta per la prima volta. Oltre che secchi questi peperoni si possono consumare freschi. Mentre, ridotti in polvere sono utilizzati per insaporire alcuni tipi di formaggi e salumi di produzione locale.

Post Author: Ristoranti d'Italia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *